Come dimagrire col tè allo zenzero? Quando è meglio non berlo?

Tè allo zenzero; l’avete mai provato? È un rimedio medicinale dalle numerose proprietà, tra cui aiutare la perdita di peso in modo sano. Questa radice dal piacevole sapore piccante si distingue per essere un alleato perfetto che non solo aiuta a perdere quel grasso di troppo, ma che allevia anche i dolori, poiché è uno dei migliori antinfiammatori naturali che esistono.

Oggi nel nostro spazio vogliamo spiegarvi qual è il modo più adeguato per perdere peso con il delizioso tè allo zenzero, ma è altrettanto importante sapere in quali casi non è adeguato berlo. Prendete appunti.

Ragioni per cui il tè allo zenzero aiuta a perdere peso





Se ultimamente avete notato che siete ingrassati, che l’addome e i fianchi sono aumentati e che non potete più indossare i vestiti di sempre, è il momento di prendere dei provvedimenti. Innanzitutto è importante che teniate in conto che per dimagrire non potete limitarvi a consumare “esclusivamente” il tè allo zenzero per qualche giorno.

Il tè allo zenzero è un alleato, una parte integrante della dieta, ma è fondamentale che giorno dopo giorno riduciate l’eccesso di grassi, che vi sforziate a mangiare meglio preparandovi gustose insalate o verdure al vapore, e che non trascuriate la quantità di proteine, fibre e acqua abbondante nell’arco della giornata.

Se in più fate attività fisica e completate il tutto con una tazza di tè allo zenzero dopo i pasti, riuscirete a raggiungere il vostro peso ideale in cinque settimane. Richiede impegno e volontà, chiaro, ma ne vale la pena.

Scoprite con noi perché il tè allo zenzero è buono per dimagrire.

1. Il tè allo zenzero facilita la digestione

Uno dei migliori benefici dello zenzero è che aiuta ad avere una digestione migliore. Sapete perché? Grazie alle sue proprietà naturali di indurre il movimento regolare dello stomaco e dell’intestino crasso e tenue. Per questo, gli alimenti vengono processati molto meglio e i nutrienti vengono sintetizzati in maniera adeguata, disfacendovi di tutto ciò di cui non avete bisogno.

2. Effetto termogenico dello zenzero

Sapete che cosa vuol dire che un alimento è un buon termogenico? Significa che può aumentare la temperatura corporea, inducendo l’attivazione del metabolismo per bruciare grassi.

La radice di zenzero è una delle piante più efficaci per dimagrire in maniera naturale e l’effetto termogenico è uno dei suoi benefici principali.

3. Lo zenzero aiuta a sentirsi sazi

Di sicuro vi è capitato di finire la colazione, andare al lavoro e poco dopo sentire un vuoto insopportabile allo stomaco. Ecco che si ripresenta la fame! È a quel punto che si cade nell’errore di spizzicare la prima cosa che si ha di fronte: cracker salati, pasticcini…

Lo zenzero è molto noto anche per essere un soppressore naturale dell’appetito. Per questo, si consiglia di bere una tazza di tè allo zenzero dopo i pasti. Se avete mangiato a sufficienza, non avete motivo di mangiucchiare tra i pasti, e l’ideale è che resistiate fino a cena.

Lo zenzero aiuta a eliminare quell’ansia, quel desiderio di mangiare a tutte le ore. Perché non metterlo in pratica oggi stesso?

4. Lo zenzero è un meraviglioso antiossidante

Il tè allo zenzero è una delle bibite naturali con maggiori proprietà antiossidanti. Grazie a questo, potrete eliminare tutte quelle tossine che vi fanno stare male e che infiammano il corpo. Gli organi funzioneranno in maniera ottimale e potrete bruciare grassi con maggiore facilità. È un alleato eccellente per la salute!

Come preparare il tè allo zenzero





Ingredienti

un bicchiere di acqua (200 ml)

30 grammi di zenzero (tagliate una fettina della radice dello spessore di un dito)

il succo di ½ limone

un cucchiaio di miele (20 grammi)

Preparazione

È molto facile da preparare. La prima cosa che dovete fare è mettere a scaldare la tazza di acqua in una teiera di rame o argilla. Di solito le teiere di alluminio o metallo non conservano altrettanto bene le proprietà delle piante medicinali, quindi se potete cercate di utilizzare questo tipo di materiali.

Quando inizia a bollire, aggiungete lo zenzero e lasciate cuocere per venti minuti. Una volta trascorsi, spegnete il fuoco e lasciate riposare per dieci minuti. In seguito, versate l’infuso nella vostra tazza preferita e aggiungete il succo di mezzo limone. Mescolate bene e aggiungete il cucchiaio di miele. È delizioso!

Quando berlo?

Bevetene due tazze al giorno dopo pranzo o dopo cena per quindici giorni. Interrompete per una settimana e ricominciate. Ricordate di seguire una alimentazione adeguata e di fare un po’ di attività fisica.

Quando non è adatto consumare zenzero?





Non è adeguato consumare zenzero se vi sono state prescritte medicine per il diabete o per la pressione arteriosa. Questo tipo di farmaci non devono essere abbinati a questa pianta medicinale.

Non è adatto nemmeno se siete incinte o nel pieno della fase di allattamento. Ricordatelo!