11 strategie per insegnare a vostro figlio ad amarsi di più

Quando i bambini stanno bene con se stessi, sono disposti a rischiare di più, sia dal punto di vista scolastico sia da quello sociale. Questo permette loro di superare se stessi, farsi più amici ed amarsi di più.

I genitori devono comprendere che sono la loro autostima e le loro strategie a costruire efficacemente anche quelle dei loro figli.

Nutrire l’autostima è una responsabilità considerevole. Il sentimento di autostima crea le basi del loro futuro man mano che sperimentano nuove cose per conto proprio.

“Gli uomini si scoprono quando si confrontano con un ostacolo”.
-Antoine de Saint Exupéry-




L’autostima: l’arte di amarsi



Secondo la terapeuta di famiglia Jane Nelsen, l’autostima presuppone un senso di appartenenza e implica credere di essere capaci in determinati ambiti.

“Come sa qualsiasi genitore, l’autostima è un’esperienza fugace.”, dice Nelsen.

“A volte ci sentiamo bene con noi stessi, e altre volte no. Ciò che dobbiamo insegnare ai nostri figli sono abilità per la vita, come la capacità di riprendersi.”

Il vostro dovere come genitori è assicurarvi che vostro figlio sviluppi l’orgoglio e il rispetto verso se stesso, così come la fiducia nelle sua capacità di superare le sfide della vita.


Strategie che permettono ai bambini di amarsi di più



Aiutare ad aumentare l’autostima di vostro figlio è un compito che va intrapreso giorno per giorno. Mettete in pratica ogni giorno le seguenti strategie, e non dimenticate che, se volete insegnare ai vostri figli ad amarsi di più, anche voi dovete amare voi stessi, perché sono i genitori a dover dare il buon esempio.

“Educare un bambino non significa insegnarli qualcosa che non sapeva, ma fare di lui qualcuno che non esisteva.”
-John Ruskin-


1 – Donate amore incondizionato

L’autostima di un bambino fiorisce quando i suoi genitori sentono una vera devozione per lui, incondizionata.

Un bambino deve sentire che i suoi genitori lo amano così com’è, per quello che è. Accettate vostro figlio esattamente com’è, indipendentemente dai suoi punti di forza, dalle sue difficoltà, dal suo temperamento e dalle sue abilità.



2 – Dedicate attenzioni

Dedicate il vostro tempo a vostro figlio, tutte le attenzioni che potete, tutte quelle di cui ha bisogno. In questo modo, gli invierete un chiaro messaggio per la sua autostima: che pensate che lui sia importante e prezioso.

Non è una questione di quantità. Dovete mettere da parte quello che state facendo per prestare attenzioni a vostro figlio, interessarvi di ciò che lo riguarda, parlare quando state insieme, rispondere alle sue domande.

3 – Insegnate che esistono dei limiti

Stabilire regole ragionevoli e da rispettare è importante per l’autostima di vostro figlio. E se infrange una regola, assicuratevi che conosca le conseguenze di quest’azione in anticipo e che le rispetti.

I bambini si sentono più sicuri quando ci sono delle regole, quando le conoscono e le capiscono. Queste permettono loro di vivere secondo alcune aspettative.

L’importante non è stabilire molte regole, ma essere coerenti e rispondere ad un giusto fine.

4 – Sostenete affinché rischi

Spingete vostro figlio a scoprire qualcosa di nuovo, come mangiare alimenti diversi, farsi dei nuovi amici, praticare uno sport, ecc.

Invogliatelo ad intraprendere attività che promuovano la cooperazione e non la competizione. Il volontariato è particolarmente utile per costruire l’autostima.

Anche se ci sono molte probabilità di insuccesso, senza rischi, sono poche le opportunità di successo. Per questo motivo, dovete stare con lui, per aiutarlo a rialzarsi e a capire che dagli sbagli si impara, che questi gli permettono di avvicinarsi sempre di più alle scelte giuste e che, se ci prova, può raggiungere molti obbiettivi.

5 – Lasciatelo sbagliare

Assumersi dei rischi comporta la possibilità di commettere degli errori. Questi sono insegnamenti validi per la fiducia di vostro figlio. Gli errori gli permettono di pensare, di cercare delle soluzioni e di sfidare se stesso, per superarsi.

Lasciate che prenda le sue decisioni personali e che sbagli. Meglio lo farà, più si sentirà soddisfatto di se stesso. Questa soddisfazione rimarrà impressa per la prossima volta che si troverà davanti ad una “sfida”.

6 – Celebrate i successi e gli aspetti positivi

Chiunque risponde bene agli stimoli positivi. Per questo, dovete fare uno sforzo per riconoscere le cose positive che vostro figlio fa tutti i giorni, e farglielo sapere.

Dovrete essere specifici. Questo aumenterà la sua sensazione di successo e di autostima.



7 – Ascoltate

Se vostro figlio ha bisogno di parlare con voi, fermatevi ed ascoltate quello che ha da dirvi. Deve sentire che i suoi pensieri, sentimenti, desideri e opinioni sono importanti.

8 – Aiutatelo a sentirsi a suo agio con le sue emozioni

Aiutate vostro figlio a capire quello che gli succede, affinché si senta a suo agio con le proprie emozioni. Per questo, è molto utile “etichettare” le emozioni.

E accettatele anche voi. Il fatto di accettare le sue emozioni, senza giudicarle, aiuterà vostro figlio a dare importanza ai suoi sentimenti a capire che date importanza a quello che dice.

9 – Non paragonatelo ad altri

Ricordate che vostro figlio deve lottare contro molte cose, inclusa la vergogna, l’invidia e la competizione.

Anche i paragoni positivi sono potenzialmente dannosi, perché un bambino potrebbe fare fatica a sentirsi all’altezza, e potrebbe sentirsi sotto pressione.

Fate in modo che vostro figlio sappia che lo apprezzate come individuo unico del suo genere. Questo lo aiuterà anche a valorizzare più se stesso.

10 – Insegnate il rispetto e la compassione

I bambini che imparano a rispettare le cose e le persone e ad essere compassionevoli, imparano allo stesso tempo a valorizzare se stessi e ad amarsi di più.

Il rispetto e la compassione stimolano gli atti di aiuto verso gli altri, e modellano i valori.

11 – Correggete le credenze sbagliate

È importante identificare le credenze irrazionali che vostro figlio potrebbe avere riguardo se stesso. Queste credenze possono avere a che fare con il suo aspetto, le sue abilità o le sue capacità.

Aiutate vostro figlio a non sentirsi frustrato e rafforzate la sua perseveranza. Insegnategli anche a stabilire criteri chiari e ad essere realista.